SUL

LIMITE

ricerche sulla forma e la sua semantica,

preludio alla progettazione.

Danilo Santoro - REBUSFARM competition
Danilo Santoro - REBUSFARM competition

Alterazioni

 

L. Kahn - Salk Institute

Rebusfarm competition (MADI - IUAV)

3° classificato

Rendering | 2016

Danilo Santoro_SEGNI.jpg

Segni

 

Studio forma/significato n°1

Penna su cartoncino | 2018

Danilo Santoro_SEGNI_delusione.jpg
Danilo Santoro_SEGNI_rigidezza.jpg
Danilo Santoro_SEGNI_insoddisfazione.jpg
Danilo Santoro_SEGNI_insicurezza.jpg
Danilo Santoro_SEGNI_ansia.jpg
Danilo Santoro_SEGNI_spensieratezza.jpg
Danilo Santoro_SEGNI_spavalderia.jpg

La mia non è calligrafia, è gràphe senza kallos, fin dalle scuole elementari, quando le maestre avevano seri problemi nel comprenderla. 

Al centro dell'analisi c'è una lettera, la "I", corsivo maiuscolo, che da sempre mi affascina per via di una caratteristica anomala: sembra avere una sua identità.

Quattro elementi concorrono alla definizione della presunta identità:

 

  • la "pancia"

  • la "coda", terminazione in basso

  • i due "ghirigori" in alto

  • la "cravatta" di chiusura, successiva ai due ghirigori
     

La variazione, minima oppure sostanziale, del tratto caratterizzante uno o più dei quatto elementi oppure più semplicemente il cambio di posizione nello spazio determina uno "stato d'animo" diverso. Ad esempio un tratto deciso, ossia netto, continuo, per la pancia e la cravatta, unitamente a dei ghirigori poco pronunciati determina Rigidezza. Uno dei due ghirigori eccessivamente pronunciato in unione ad una pancia leggermente arcuata verso l'alto ed una coda protratta più del dovuto a voler radicare la propria posizione determinano Spavalderia.

La linea determina.

Danilo Santoro_VIANDANTE.jpg

Polvere ed acqua, materia ancestrale. La forma in questo caso rimanda a ricordi infantili, il bimbo sulle spalle del padre. Perlomeno è quanto si può immaginare nel vedere un solido bianco scalfito, organizzato in linee -solchi oppure bordi- e superfici che delimitano la materia. II volume maggiore incarna inevitabilmente il padre, la sua statura alta e grossa rispetto a quella minuta del bimbo, il quale aggrappato con tutte le sue forze alle spalle del padre tenta il tutto e per tutto per non cadere, li, nel vuoto assoluto. Due tagli, orizzontali, comunicano l'idea del volto; una sua componente -il taglio- non meglio definita ma utile per ricostruire con la mente una parte del corpo, spingendosi in la fino ad immaginare l'espressione dei due volti.

Viandante

 

Studio forma/significato n°2

Gesso sintetico | 2019

Danilo Santoro_SUCCESSIONE FIBONACCI_1.j
Danilo Santoro_SUCCESSIONE FIBONACCI_2.j
Danilo-Santoro_SUCCESSIONE-FIBONACCI_3.j

Successione di Fibonacci

 

Armonie Geometriche

PLA 3D Printed | 2020

Modulo 88X88X88 mm.

Il numero 8, quello caro a Federico.

 

Mezzi moduli: 

SFERA

CILINDRO

PIRAMIDE

CONO

CUBO

Tempo e spazio sono fenomeni periodici che originano da uno stesso punto zero.